Pagine

mercoledì 19 marzo 2014

Una email ricevuta oggi da una vittima del controllo neurale MK ULTRA italia

Una email ricevuta oggi da una vittima del controllo neurale MK ULTRA italia

Salve

Mi scuso io non parlo italiano e traduco questa lettera utilizzando Google traduttore.

La ringrazio molto per quello che fate. Mi sono imbattuto al tuo sito solo di recente.

Sono una vittima del terrore psicotronico che iniziato nel Regno Unito e ora sto vivendo a Teramo regione d'Italia.

Io espongo alcune informazioni sulla mia macchina che non posso guidare in questo momento. Ho incluso il vostro sito web e un indirizzo di posta elettronica troppo. Vedere la foto allegata.

Se avete qualche suggerimento per le informazioni visualizzate, si prega di fare. Inoltre, se avete volantini o manifesti potete inviarle a me. Ho ancora le finestre posteriori disponibili anteriore e posteriore.

Con un grazie e auguri

2 commenti:

  1. Eventualmente se ha problemi con la lingua, qui potete entrare in lista attraverso il McMailTeam, ma dovete superare dei piccoli test per accertare e fargli capire bene che non siete troll, bimbiminkia, perditempo, curiosi, fancazzari e ovviamente vi tocca scrivere in inglese. La vittima che attualmente abita a Teramo, se in difficoltà con la lingua, può trovare connazionali attraverso questo listone Europe (sempre in revisione) e poi fare da intermediario con le stesse vittime del paese d'origine con noi "latinoitaliani" se ce la fa e non è troppo rovinato. Io ho lavorato all'estero. Sò cosa significa essere straniero e intuire come è spaesato uno straniero in Italia. Vedi tu Angeli Custudi, tuttavia avere potenziali interpreti e forme di collaborazione reciproca, rafforzano la causa comune, contro il nemico comune. Può darsi che si bisticcerà ancora tra vittime da armi cerebrali,ma poi, i più arguti, riflessivi e introspettivi, ricominceranno ad aiutarsi e scambiarsi forme di collaborazione. Creare forti forme di stress,nevrosi è pane per i PERP. Perfino continuare con "V2K" a parlarti male di questo, di quella, di quell'altra e poi di quell'altro ancora e a livello conscio ed inconscio farci odiare e detestare uno con l'altra e cadere in questa trappola. Volenti o dolenti, è come stare tutti nello stesso carcere o lager, condividere la stessa cella, gli stessi spazi, le stesse problematiche, gli stessi odori e per forza di cose, non si può farsi abbindolare dai "secondini". C'è inoltre gente, che si beve tutte le chiacchierine che gli raccontano altre vittime,cioè le dicerie. Le classiche "comareggiate". coccodè, co co, qua qua, chicchiricchi. Alcuni/e, sono già predisposti a bersi tutte le chiacchiere da bar che gli riporta una vittima poi l'altra poi si danno ragione a priori, si diffamano dietro la schiena, poi si pentono, poi ci ricascano, poi entrano in crisi. Il PERP ne aprofitta e con V2K, ricomincia a farti casotto con dicerie infondate, prendendo mezze verità di ciò che disse uno/a e ricamini di ogni tipo senza invece voltar pagina. Ci sono poi di quei Barabba☭ che sono più testardi dei muli e che inve vdi far squadra, creano una marea di squadre dandosi di quelle zappate sui piedi inconcepibili.
    Tanto poi alla fine, saremo qui a darci una manina e ognuno assorto sul suo e che poi scambia i link e le cose con gli altri.

    Non mi dispiacerebbe vederci impresso Emiliano Babilonia ed anzi c'è pure Sir Violet che...
    Lista Europe: http://peacepink.ning.com/group/europe/forum/topics/over-300-torture-cases-from-europe-repaired-july-2013

    Ricopio un pezzettino da wikipedia flame perchè fa al caso di tutti noi:

    Un esempio: lo studio sul tono delle mail
    Secondo lo studio che ha pubblicato Nicholas Epley, psicologo dell'Università di Chicago sul Journal of Personality and Social Psychology, capiamo perfettamente il tono di una mail solo nel 50% dei casi, anche se ci aspettiamo che ciò accada molto più spesso. Lo studio, effettuato su 60 studenti universitari disposti a coppie, rivelava che ognuno interpretava il tono della mail in base al proprio umore del momento. Per Epley ciò dipende da una forma di egoismo e di incapacità di scindere il proprio umore dalle percezioni circostanti. Come indica questo studio, nelle mail ciò provoca fraintendimenti, e può dar vita a situazioni di conflitto. A maggior ragione, in una situazione di chat o forum, dove alla mediazione dell'interazione si aggiunge la velocità con cui interagiamo, i fraintendimenti sono ancora più probabili.
    a) che ognuno interpretava il tono della mail in base al proprio umore del momento
    b) che ognuno interpretava il tono della mail in base al proprio umore del momento
    c) che ognuno interpretava il tono della mail in base al proprio umore del momento

    Come hai interpretato questo messaggio? Con che tono? :-)
    source : http://it.wikipedia.org/wiki/Flame#Un_esempio:_lo_studio_sul_tono_delle_mail

    RispondiElimina
    Risposte
    1. commento pubblicato 21 marzo 2014 02:15 ???
      Confermo che oggi è venerdì 21 marzo 2014 P.C.N. ma sono le ore 10:18 AM O_o

      Elimina